SE VUOI FARE AFFARI IN CINA, PORTA IL TUO INTERPRETE

Di Il Team di Ablio

SE VUOI FARE AFFARI IN CINA, PORTA IL TUO INTERPRETE

Mathew Alderson, nel suo articolo “Bring Your Own Interpreter” pubblicato su  “China Business”, riporta una situazione cui prestare particolare attenzione se si ha intenzione di fare business in China. L’articolo consegna al lettore una cronaca realistica sullo svolgimento di una importante trattativa commerciale tra un imprenditore straniero ed i suoi interlocutori cinesi, mediata da un interprete da loro fornito. Nel corso delle discussioni l’uomo d’affari si rende conto che l’interprete ingaggiato sta chiaramente dalla parte dei suoi clienti, modificando il senso delle sue argomentazioni al fin di condurre la trattativa sui loro binari previsti.Nel caso di trattative importanti con clienti stranieri non bisogna mai sottovalutare l’importanza del ruolo dell’interprete perchè rischia di comprometterne l’esito se è di parte o non preparato.

Non lasciare la scelta di un interprete professionale nelle mani delle tue controparti perchè il rischio che sia manipolato da loro è reale: un buon interprete è invisibile, non tiene una conversazione al tuo posto né svolge un ruolo centrale in una riunione. Pianifica per tempo i tuoi incontri e spendi del tempo con l’interprete prima di ogni sessione con dei briefing in cui viene messo a conoscenza del contesto e degli argomenti che verranno trattati.

Certamente il supporto diretto di un proprio interprete al seguito può essere risolutivo ma estremamente oneroso, anche qualora un’agenzia di fiducia cinese possa assicurare un servizio di interpretariato professionale: l’interpretariato in simultanea o in consecutiva, gestito in persona è difatti un servizio basato su tariffe importanti.

Una soluzione altrettanto efficace e dai costi più contenuti è utilizzare un interprete telefonico, ovvero un interprete connesso da remoto tramite telefono o computer. I partecipanti alla riunione potranno ascoltare le traduzioni delle proprie controparti dal proprio telefono o da dispositivi vivavoce di audioconferenza. L’organizzazione e richiesta dell’interprete può essere fatta con breve preavviso o addirittura on-demand, dato che non deve recarsi sul luogo dell’incontro, e verrà pagato solo per il tempo effettivo del suo utilizzo.

Per chi è abituato ad avere interpreti “in presenza” tale modalità può risultare a prima vista poco praticabile: tuttavia l’efficacia e la qualità del servizio di interpretariato remoto è stata ormai provata e documentata in innumerevoli casi d’uso, con rese addirittura superiori. Eliminando la presenza fisica dell’interprete, le parti hanno un rapporto più diretto e fluido, sono naturalmente portate a condurre la conversazione in maniera più chiara e precisa, viene assicurata una maggior privacy ed infine la conversazione può essere registrata ed essere utilizzata come prova documentale delle decisioni raggiunte.

I servizi di interpretariato remoto o telefonico, come vengono abitualmente definiti, non sono un fenomeno nuovo ma stanno di recente crescendo ad un ritmo esponenziale sulla spinta delle esigenze di nuove e più efficenti forme di comunicazione tra persone che parlano lingue differenti tra loro, con un fatturato di oltre 4 miliardi di dollari per il solo mercato americano.

Ablio è una società specializzata nella fornitura di servizi di interpretariato telefonico che si distingue per la sue caratteristiche di professionalità, convenienza e semplicità d’uso, erogati da oltre 700 interpreti qualificati e specializzati nei più diversi settori, in oltre 140 combinazioni linguistiche.

 

Info sull'autore

Il Team di Ablio administrator